CDs

Dubois-Portrait

Musique sacrée et symphonique − Musique de chambre

Théodore Dubois

“Portraits” Palazzetto Bru Zane series (Ediciones Singulares) | 3 CDs | 2015 | Volume 2

with Chantal Santon, Jennifer Borghi, Marie Kalinine, Mathias Vidal, Alain Buet, Romain Descharmes, François Saint-Yves, Quatuor Giardini, Les Siècles / François-Xavier Roth, Flemish Radio Choir / Hervé Niquet, Brussels Philharmonic / Hervé Niquet

Tracklist

CD 1 

Symphonie nº 2 en si mineur
1- Allegro con moto
2- Andante grave, quasi adagio
3- Allegretto
4- Allegro con moto

Brussels Philharmonic – Hervé Niquet, direction

Sonate pour piano en la mineur
5- Allegro moderato con fuoco
6- Andante quasi adagio
7- Largo – Allegro focoso
Romain Descharmes, piano

CD 2 

Messe pontificale
1- Kyrie
2- Gloria
3- Credo
4- Sanctus
5- O Salutaris
6- Agnus Dei
Chantal Santon, soprano – Jennifer Borghi, mezzo-soprano
Mathias Vidal, ténor – Alain Buet, baryton
Solistes du Brussels Philharmonic – François Saint-Yves, orgue
Flemish Radio Choir – Hervé Niquet, direction

7- Panis angelicus

Marie Kalinine, mezzo-soprano
Solistes du Brussels Philharmonic – François Saint-Yves, orgue
Flemish Radio Choir – Hervé Niquet, direction

8- O Salutaris
Marie Kalinine, mezzo-soprano
Solistes du Brussels Philharmonic – François Saint-Yves, orgue
Flemish Radio Choir – Hervé Niquet, direction

9- Ave verum
Marie Kalinine, mezzo-soprano
François Saint-Yves, orgue

10- Ave Maria
11- O Salutaris
12- Ave Maria
François Saint-Yves, orgue
Flemish Radio Choir – Hervé Niquet, direction

CD 3 

Symphonie française en fa mineur
1- Largo – Allegro
2- Andantino
3- Allegro vivo, scherzando
4- Allegro con fuoco
Les Siècles – François-Xavier Roth, direction

Quatuor pour violon, alto, violoncelle et piano en la mineur
5- Allegro agitato
6- Andante molto espressivo
7- Allegro leggero
8- Allegro con fuoco
Quatuor Giardini :
Pascal Monlong, violon – Caroline Donin, alto
Pauline Buet, violoncelle – David Violi, piano

Tutti gli spartiti sono pubblicati presso le Éditions Heugel, tranne la Messe pontificale (Édition Symétrie / Palazzetto Bru Zane).

DUBOIS, Symphonie n. 2 Allegro con moto

Ogni CD con libro della collana “Portraits” è dedicato a un compositore francese oggi misconosciuto e presenta, riunendo il talento di numerosi artisti, una ricca panoramica musicale sulla sua opera. I testi bilingui (francese/inglese) sono illustrati da una ricca iconografia inedita.

Théodore Dubois rappresenta il modello perfetto del compositore «ufficiale» nella Francia romantica: fu, in successione, vincitore del prix de Rome (1861), organista alla Madeleine (1877), accademico (1894) e direttore del Conservatorio (1896), ove insegnava dal 1871. Tuttavia, un tale accumulo di onori danneggiò alquanto la sua musica, che fu tacciata d’accademismo e che è importante riascoltare, per poterne meglio valutare l’effettivo interesse. In questo CD con libro è presentata una significativa selezione di sue opere perlopiù inedite, attraverso svariati approcci: una biografia, estratti di memorie, ma anche saggi sullo stile e sulla personalità del compositore.

A proseguimento del ciclo tematico che il Palazzetto Bru Zane ha dedicato al compositore nel 2012, questo ritratto di Théodore Dubois intende completare la discografia già disponibile con l’aggiunta delle prime registrazioni mondiali di importanti lavori del compositore. La Symphonie française e la Symphonie n. 2, opere ambiziose scritte all’alba del XX secolo, riflettono le influenze incrociate di Franck, di Mendelssohn e di Schumann, sia nella varietà dei colori orchestrali sia in alcune progressioni armoniche; esse gettano una luce inaspettata su un corpus che i posteri hanno troppo spesso ritenuto limitato alla sola musica sacra. Tuttavia, è giusto ricordare che Dubois fu per lungo tempo attivo come organista a Sainte-Clotilde o alla Madeleine. A questo proposito, è interessante osservare la traiettoria che intercorre tra la composizione della Messe pontificale a Roma nel 1862 e la sua tarda revisione parigina del 1895. Nel frattempo, lo «stile romantico» aveva subito un’ampia evoluzione; e in effetti i sei mottetti presentati a complemento di questa messa bene esprimono le molteplici sfumature dello stile religioso di Dubois, oscillante tra un’auterità neo-palestriniana e un’esuberanza tutta romantica, proveniente dall’opera. La Sonata per pianoforte e il Quartetto con pianoforte, per parte loro, rivelano il talento cameristico del compositore, legato alle strutture e ai generi classici, ma attento a melodie e armonie più attuali.