Ciclo Charles Gounod, dalla chiesa all'opera

Mélodies

Autore fecondo di mélodies (più di un centinaio), Gounod ha rivelato in questo genere i due principali aspetti della sua personalità. A fianco di pezzi secolari sui diversi momenti dell’amore – incontro, speranze deluse, dolore della separazione –, il compositore ci ha lasciato diverse mélodies religiose, dalla destinazione talora incerta: salotti, chiese, convitti, conventi? Oltre a questa prima diversità, il suo catalogo di mélodies si distingue anche per una certa varietà linguistica, che vede pagine sia in francese, che in italiano e in inglese. Mezzo di espressione ben trovato, sia dell’emozione profana che di quella sacra, la mélodie costituisce uno dei generi più appropriati all’ispirazione ora sensuale ora mistica tipica della figura di Gounod.

Christoyannis-Cohen

Programma concerto

Mélodies francesi di Charles GOUNOD
Aubade, Où voulez-vous aller, Si vous n’ouvrez votre fenêtre, Heureux sera le jour, Medjé, Le Souvenir, À une jeune Grecque, Au printemps, Je ne puis espérer, Ma belle amie est morte, Ce que je suis sans toi, Primavera, Tombez mes ailes, Prière, Départ, Venise

Mélodies inglesi di Charles GOUNOD
Maid of Athens, Sweet baby

Mélodies italiane di Charles GOUNOD
Perché piangi, Quanti mai

Interpreti

Tassis Christoyannis baritono
Jeff Cohen pianoforte