Ciclo Charles Gounod, dalla chiesa all'opera

A due et quattro mani…

Grazie ai progressi costruttivi nella meccanica dello strumento, nel corso del XIX secolo il pianoforte acquista una potenza senza precedenti, imponendosi come un rivale – o un equivalente – dell’orchestra. Le opere a quattro mani o a due pianoforti favoriscono la fioritura di questa nuova estetica sonora. Composta all’inizio della carriera di Gounod, la Sonata per pianoforte a quattro mani imita di volta in volta dei rulli di timpani (Allegro) e una fanfara (Presto). Sintomatiche di questi percorsi tra i generi musicali, le parafrasi di opere conoscono un successo davvero speciale nell’Ottocento. Basate su temi tratti appunto da opere famose, come Faust di Gounod, esse si allontanano progressivamente dai loro modelli vocali, a vantaggio di un virtuosismo puramente digitale.

Margaim-Guillaume

Programma concerto

Charles GOUNOD
Sonata per pianoforte a quattro mani
Parafrasi su temi d’opera a due e quattro mani

Interpreti

Guillaume Vincent, Ismaël Margain pianoforte